Monthly Archives: giugno 2014

GRAPPOLO - Anno rotariano 2013/2014

I Rotary Club di Acqui Terme - Alessandria - Chiavari Tigullio - Gavi Libarna - Novi Ligure - Ovada del Centenario - Portofino - Rapallo Tigullio - Tortona e Valenza rappresentati dai loro Presidenti pro tempore e/o dai loro delegati hanno considerato che :

  1. Le azioni rotariane di ampia portata conseguono migliori risultati se condotte con la partecipazione di più Club legati da comune interesse per l’azione proposta
  2. E’ più facile - anche in virtù delle nuove norme della Future Vision – intraprendere azioni globali, sia nazionali che internazionali , se in gruppi coesi

Ciò considerato convengono:

  1. I singoli Club aderenti costituiscono un Comitato “GRAPPOLO” per le azioni rotariane   Interclub , delegando un loro Socio (Delegato) a farne parte
  2. Il Comitato ha lo scopo di individuare, proporre e realizzare i programmi
  3. La partecipazione al Comitato può essere estesa, a giudizio dei membri, ad altri Club che dimostrino interesse
  4. Il Comitato è presieduto da uno dei componenti designati in conformità al principio di assegnazione degli incarichi e delibera senza formalità secondo le normali prassi dell’amicizia rotariana
  5. I Club sottoscrittori di questo protocollo sono tenuti a designare un socio quale membro, ma non a partecipare all’esecuzione dei progetti, essendo loro riconosciuta la facoltà di astenersi
  6. E’ data facoltà ai singoli Club, a rotazione annuale, di proporre a mezzo del proprio Delegato, uno specifico programma sul quale fare convergere l’impegno comune. La pratica di attuazione di tale programma sarà subordinata all’approvazione del Comitato.
  7. Come da delibera del 27/11/2013 del Comitato del corrente anno rotariano si conviene di promuovere ogni 1/2 anni una iniziativa comune – nazionale od internazionale - al di fuori delle azioni dei singoli Club, promuovendo attività atte a raccogliere fondi per tali iniziative.
  8. Questo protocollo è sottoscritto a tempo indeterminato, ma è riconosciuta ad ogni Club la facoltà di recesso in ogni momento, salvo che sia già stata notificata al Presidente del Comitato l’adesione ad un progetto. In tal caso il Club è obbligato alle attività che l’adesione comporta e, in particolare, a versare la quota pro capite annualmente stabilita per la partecipazione attiva al Comitato.
  9. La sede del Comitato è determinata dal Presidente.